Azienda Agricola Occitania



Parlare dell'azienda agricola Occitania significa parlare di antiche questioni come il rapporto che l'uomo decide di avere con l'ambiente che lo nutre, di una relazione faticosa ma rispettosa. Soprattutto rispettosa del benessere che le piante e gli animali richiedono, perché se in qualche modo devono “servire” all'uomo, allora devono essere tenute in considerazione le loro esigenze.

Apiario al Parco Orsiera Rocciavrè

A metà degli anni '90 Gianni Maggi e sua moglie Cinzia Durandetto a Mattie, ai piedi del Parco Orsiera-Rocciavrè, creano Occitania, dedicandosi alla frutticoltura e all'apicoltura. Vincono la guerra contro la burocrazia e nel 1995 Occitania è la prima azienda agricola della Valsusa ad ottenere la certificazione “bio”  (in quegli anni il fenomeno del biologico era veramente una nicchia ed era lontano dal marketing odierno). In seguito si dedicano all'attività di agriturismo, poi alla ristorazione a tempo pieno. Ma le vigne e le api necessitano di una maggiore e costante presenza, quindi viene presa la decisione di un ritorno alle origini, con la stessa filosofia di sempre, cioè nessun trattamento chimico, un'attività biodinamica rigorosa e massima considerazione dei ritmi della natura.

Con queste premesse la produzione odierna è di una qualità altissima e tutta made in Valsusa. Le api vengono spostate in base alle fioriture desiderate: i mieli ottenuti sono quelli di acacia e salvia, di rododendro (molto pregiato e dalla produzione incostante, a causa dell'altitudine del fiore, oltre i 1.800/2.000 metri), tiglio (quello valsusino risulta tra i più apprezzati in Italia), castagno, flora alpina (raro anche questo poiché i fiori crescono oltre i 1.500 metri). Per i mieli viene usata cera non trattata chimicamente, reperita dall'Australia prima che si diffondesse l'acaro Varroa (parassita dell'ape il cui nome completo è varroa destructor...).

I succhi di mela derivano dalla spremitura di mele di antiche varietà, quelle naturalmente più resistenti, tutte raccolte a mano. Le piante vengono lasciate il più a lungo possibile nel loro habitat originario e l'erba rimane alta ospitando molti insetti fino alla settimana precedente il raccolto.

I vigneti si trovano nel comune di Chiomonte, su pendii ben esposti al sole e al clima asciutto: i vitigni di Avanà, Barbera, Bequet, Chateaus e Ciliegiolo danno vita a due vini doc, “Terre d'Occitania” e “Terre d'Oc”, oltre al rosè “Baciami subito”. Inoltre dall'Avanà viene distillata anche una grappa dal gusto morbido.

Grappoli di Bequet

www.facebook.com/pages/Occitania-Valsusa

Indirizzo: 
Via La Losa 2
10050 Mattie TO
Mobile: 
349 4688853
Categoria azienda: 
Bevande e Sapori

Occitania: dalle api al miele

A metà degli anni '90 Gianni Maggi e sua moglie Cinzia Durandetto creano Occitania, a Mattie, ai piedi del Parco Orsiera-Rocciavrè. Da allora si dedicano alla frutticoltura e all'apicoltura, e nel 1995 Occitania è la prima azienda agricola della Valsusa ad ottenere la certificazione “bio”: nessun trattamento chimico, un'attività biodinamica rigorosa e massima considerazione dei ritmi della natura.

TORNA SU