.Silvia Merlo

Pinerolese di nascita, dopo il diploma conseguito all'Alberghiero sono approdata a Bardonecchia, dove ho lavorato in diverse strutture e ristoranti. Durante una di queste esperienze sono stata introdotta alla cucina occitana da uno chef appassionato ed attento al recupero delle tradizioni. Divenuta in seguito sommelier AIS, nel 2009 ho dato vita a Il folletto dei fornelli, un’attività dedicata ai corsi di cucina, a varie collaborazioni con enti e associazioni ed alla divulgazione delle ricette di un tempo.

Dal 2014 ho aperto a Beaulard un mio ristorante, La table Dlouz Amis, nel quale propongo ricette personali e creative accanto ai grandi piatti della cultura occitana, in abbinamento ai vitigni autoctoni della valle, perché i sapori e i profumi delle tradizioni meritano di rivivere anche sulla nostra tavola.

I miei articoli

Quando la tosse e il raffreddore si combattevano con lo sciroppo di pigne

Nei secoli passati, in cui non si si poteva contare nè sulle farmacie nè sulle erboristerie, era consuetudine preparare unguenti, decotti e sciroppi con ciò che la natura metteva a disposizione. In…

“La fioca”: un dolce per bambini tipico delle domeniche di una volta

Nelle nostre valli questo dolce si chiama "la fioca" ("la neve"), ma in altre zone occitane, come ad esempio in Val Chisone e Germanasca, viene definita "boules de neige" (“palle di neve”:…