ValsusaLiberFest: cinque nuovi appuntamenti con i libri e gli autori

A partire dallo scorso febbraio, l’associazione Valsusa Filmfest ha dato vita al ValsusaLiberFest, una nuova iniziativa dedicata alla letteratura, organizzata in collaborazione con il Sistema Bibliotecario della Valle di Susa, con la Unione Montana Valle Susa ed i Comuni aderenti.

Tra il 14 maggio e l’8 luglio ha inizio il secondo ciclo di appuntamenti ad ingresso gratuito con prevede cinque incontri con autori, esperti dei temi trattati ed appassionati di lettura, nei giorni 14, 22, 23 maggio, 17 giugno e 8 luglio a Villar Focchiardo, Condove, Torino e Bussoleno.

Venerdì 14 maggio alle 17.30 presso la Biblioteca Comunale di Villar Focchiardo, Marco Peano, già vincitore del Premio Volponi opera prima e Premio Libro dell’anno di Fahrenheit con L’invenzione della Madre (minimum fax), presenta “Morsi” (ed. Bompiani), in dialogo con Tiziana Angilletta.

Un romanzo ambientato a Lanzo Torinese nel 1996, l’anno della grande nevicata, in cui la ragazzina Sonia deve passare suo malgrado le vacanze di Natale a casa della nonna Ada, schiva, severa e vecchia, che nella zona ha fama di guaritrice (ma chissà, forse è altro). La scuola ha chiuso prima del previsto a causa di quello che tutti chiamano “l’incidente”: un’acida insegnante di italiano si è trincerata nella sua aula e durante una lezione – di fronte agli alunni – ha fatto qualcosa di indicibile. Sonia affronterà l’incubo in sui è precipitato il paese insieme al suo amico Teo, ragazzino di famiglia contadina educato alla voracità. Un romanzo lucido e terribile, divertito e tagliente, che si misura con i grandi temi – la paura, la crescita – e reinventa le regole del gioco. Una storia sulla fatica di cavarsela in un mondo a misura di adulti, quando gli adulti escono di scena e ti lasciano solo.

Marco Peano

Marco Peano.

 

Domenica 22 maggio alle ore 17.00 presso la Biblioteca di Condove presentazione di “Il Grande Squilibrio – L’Emergenza climatica raccontata a fumetti” (BeccoGiallo Editore), il cambiamento climatico spiegato attraverso un Graphic Novel, a cura del Controsservatorio Val Susa, Angelo Tartaglia, Claudia Ceretto, Max Gavagna e Marta Gerardi e Raul Pantaleo di Tamassociati. Il libro viene presentato in un evento dal titolo “Il pianeta è quasi cotto: tutti a tavola!” in cui parteciperanno gran parte degli autori con questo “menù”.

Lunedì 23 maggio alle ore 11.00 il Valsusaliberfest sarà al Salone del Libro di Torino, (Sala Arancio) con IL PAESE RITROVATO. IL TERRITORIO SI RACCONTA, scorci di racconti valsusini tratti da libri vecchi e nuovi scelti con e per i comuni della Valle di Susa.

I paesaggi senza tempo di Macondo, il villaggio immaginario di “Cent’anni di solitudine”, accorderà la narrazione dei libri: “Una storia nella Storia e altre storie – Francesco Foglia Sacerdote” (Editrice Morra) di Chiara Sasso e Massimo Molinero (per il Comune di Novalesa), “Don Pini - La forza dell’esempio” (Editore Melli) a cura di Mauro Paris (per il Comune di Chianocco), “Alè Magistra Alën” (ed.Intersezionale) di Maria Coragliotto (per il Comune di Bruzolo), “Chiave a Stella” (ed. Einaudi) di Primo Levi (per il Comune di Avigliana), “Fullball” (ed. Golem) di Paolo Bertini (per il Comune di Sant’Ambrogio di Torino e per il Comune di San Giorio di Susa), “Filo di lana. Storia di Franco Leccese. La freccia d’Italia nei primi anni 50” (ed. Morra) di Giorgio Jannon e Andrea Pellissier (per il Comune di Condove), “La scelta di un uomo” (ed. AIPSA) di Pierangelo Chiolero (per il Comune di Bussoleno), “Poeszies an moda Veno” (ed.Graffio) di Luigi Vayr (per il Comune di Venaus).

Venerdì 17 giugno alle 17.30 presso la Biblioteca Comunale di Condove, Franco Faggiani, già vincitore del Premio Parco Majella 2018, Premio Letterario Città delle Fiaccole 2018, il Premio Biblioteche di Roma 2019, Premio Selezione Bancarella 2020 e i cui libri sono stati pubblicati nei Paesi Bassi, presenta, accompagnato da Luisella Ceretta,  il suo ultimo romanzo, “Tutto il cielo che serve” (Fazi editore), “un libro sulla forza della natura e sulla capacità dell’uomo di adattarsi a questa legge”.

Venerdì 8 luglio alle 17.30 a Bussoleno – Piazzetta del Mulino (Via Walter Fontan), Novita Amadei presenta il suo terzo romanzo, “Il cuore è una selva” (Neri Pozza editore), ispirato alla storia di Antonio Ligabue. Con magia linguistica la Amadei racconta con libertà narrativa la vita del pittore che “non si limitava a riprodurre la realtà, ne smuoveva le forme invisibili e trasformava il vedere in sentire” e che imprime nelle forme e nei colori “una solitudine indicibile e tutta la disperazione e l’amore di cui era capace”.

Condividi questa pagina