“Elogio delle siole pien-e”: da Villar Dora un libro sulla cucina del territorio

Come mangiavano i nostri avi? Il Gruppo Culturale Villardorese ha pubblicato il libro di Daniela Re “Elogio delle siole pien-e”, che tratta la tradizione e la cultura culinaria di Villar Dora e più in generale della bassa Valle di Susa.

«Sono lieta di presentare questo manuale di ricette villardoresi - ci dice Anna Bugnone, presidente del Gruppo Culturale Villardorese, - che riguardano piatti che quasi più nessuno di noi cucina, in quanto i nostri palati ormai si sono abituati a gusti molto diversi. Questo libro contiene ricette locali, semplici, realizzate con pochi ingredienti reperibili a chilometri zero: verdure dei nostri orti, condimenti genuini, erbe e spezie che crescono qui. Anche questo è storia, cultura, ma soprattutto recupero della nostra identità e delle nostre radici».

«Nella parola “cucinare” – spiega l'autrice Daniela Re – vi è una notevole complessità di elementi. Tutti i giorni, cucinando, compiamo un’azione tutt’altro che modesta, perché ci impegniamo su alcuni fronti di grande valore: ci occupiamo del benessere e della salute delle persone per cui prepariamo il cibo, inoltre diamo gioia e soddisfazione ai nostri commensali perché a volte, quando scegliamo un menù, ci orientiamo verso cibi che incontrano il consenso generale.

Così, anche senza un ragionamento consapevole, contribuiamo a creare un clima piacevole, dissipando i malumori ed alleviando la fatica della giornata dei nostri cari. Cos’è questo, se non un atto d’amore reiterato ogni giorno? E per ultimo, magari meno evidente ma non meno importante, cucinando facciamo cultura, riproponendo le ricette dei nostri avi e del nostro territorio».

Per la presentazione del libro, un volume di 80 pagine, il Gruppo Culturale ha adottato l’innovativa soluzione di un video sul web, che si può vedere collegandosi a questo link.

Le donazioni che deriveranno dal libro saranno utilizzate per autofinanziare le attività del Gruppo Culturale Villardorese, un’associazione senza scopo di lucro, fondata nel 1981 con l’obiettivo di mantenere viva e divulgare la tradizione, la storia e la cultura e locale.

Per informazioni e per richiedere il libro: info@villardora.org oppure tel. 335.1733305 (www.villardora.org).

Cipolle ripiene

LEGGI ANCHE: La ricetta delle "Siule piene", ancora più buone con le "bionde piatte di Drubiaglio"

Condividi questa pagina