Con gli sci a Pra Claud, sui tornanti della strada militare che conduceva allo Chaberton

L’escursione è breve, si sviluppa su un tratto di strada militare che conduceva allo Chaberton. Prima della realizzazione della carrozzabile era una mulattiera realizzata nel 1891 che univa Fenils con il colle dello Chaberton e scendeva sul versante francese fino a Clavière, nel vallone del Rio Secco.

In seguito venne realizzata una carrareccia a mezzacosta, larga 2,50-3 metri con la pendenza che in alcuni punti supera il 22%. In alcuni tratti la sede stradale venne interamente ricavata con lavori di mina.

Pra Claud e lo Chaberton

Pra Claud e lo Chaberton.

 

L’itinerario consente di vedere Fenils e Pra Claud, due frazioncine di Cesana, dimenticate dal turismo ufficiale. Fenils è un villaggio caratterizzato da antiche grange. Il suo nome deriva da Ad fines, poiché ai tempi di re Cozio l’abitato si trovava sul confine tra le tribù dei Segovi e dei Belaci.

L’itinerario si sviluppa sui tornanti regolari, passa davanti alla cappella dedicata a Notre Dame du Bon Secours in località detta “La porto”, tra due dirupi, che costituisce l’accesso a Pra Claud e raggiunge il villaggio che si trova proprio al cospetto dello Chaberton, di cui sono ben visibili le torrette.

SCOPRI DI PIÙ: La Batteria dello Chaberton, la fortezza tra le nuvole più alta d'Europa

Notre Dame du Bon Secour

Notre Dame du Bon Secour.

 

Fenils 1276 m - Pra Claud 1589 m

  • Accesso: Torino-Oulx in direzione Cesana fino a Fenils. Si attraversa il torrente e la bella frazione di Fenils e si posteggia nei pressi della chiesa o poco oltre le case del villaggio.

  • Dislivello: 320 m

  • Difficoltà: facile

  • Esposizione: est

  • Tempo salita: 1 ora

  • Periodo consigliato: aprile-novembre

  • Cartografia: I.G.C. 1: 50.000 f. 1, Valli di Susa, Chisone e Germanasca - Fraternali Editore 1: 25.000 Alta Val Susa Alta Val Chisone

Pra Claud

Notre dame de Pra Claud

Pra Claud

Condividi questa pagina