Black Friday sì o Black Friday no? Questo è il dilemma

L’origine del Black Friday

Da alcuni anni anche in Italia si sta diffondendo il Black Friday, la giornata che segna l’inizio degli acquisti natalizi con sconti ed offerte. Il Black Friday nasce negli Stati Uniti negli anni ’80 ed è il giorno successivo al giorno del Ringraziamento, in cui le grandi catene di negozi offrono sconti eccezionali per incentivare gli acquisti riuscendo perfettamente nell’intento, tanto che fuori dai negozi americani si creano code già dalla serata precedente.

L’origine del termine Black Friday è incerta, alcuni la fanno risalire al pesante traffico che proprio in questa giornata si sviluppava a Philadelphia a causa della corsa agli acquisti; per altri il termine indicherebbe il colore nero utilizzato dai commercianti sui libri contabili per indicare i conti in attivo contrariamente al rosso utilizzato per indicare le perdite.

Il fenomeno è nato quindi come iniziativa che coinvolgeva i negozi fisici ma si è spostato negli anni agli acquisti online, tanto che nel 2005 è stato creato Cyber Monday, lunedì cibernetico, per indicare la giornata degli sconti online. Ad oggi di fatto il Cyber Monday rappresenta il Black Friday della tecnologia: il lunedì successivo al venerdì nero infatti si possono fare grandi affari sugli articoli dell’hi tech.

Il Black Friday in Italia

Secondo i dati in Italia nel 2017 il Black Friday ha avuto un aumento dell’interesse del 29,7% e ha generato in soli quattro giorni il 20,4% in più di acquisti. Gli italiani hanno mostrato di apprezzare la tradizione americana che inaugura gli acquisti di Natale, ed anche quest'anno la parte del leone la faranno i grandi marchi e le grandi catene, che hanno già annunciato sconti e promozioni per tutta la settimana, dilatando così la possibilità per i clienti di accedere alle offerte.

Negli ultimi anni anche il piccolo commercio ha iniziato a proporre sconti e promozioni su una selezione di articoli, e in alcune città, grazie alla sinergia delle associazioni di commercianti e di categoria e delle amministrazioni comunali, vengono organizzati eventi per promuovere gli acquisti nei negozi fisici, con le attività commerciali aperte fino a tardi e intrattenimento per i clienti. Tra le città che hanno fatto diventare il Black Friday un’opportunità per il commercio locale possiamo citare Latina, Molfetta, Foggia, Viareggio, Empoli e Chiavari.

Il Black Friday in Valsusa

Anche in Valsusa il Black Friday si sta diffondendo, sono tanti i negozi di vicinato che propongono sconti e promozioni, consapevoli che il fenomeno importato dall’America è diventato un’abitudine a cui adeguarsi. Le formule con cui viene proposto sono differenti: si spazia da una percentuale di sconto su tutti gli articoli ad una selezione di prodotti notevolmente ribassati, passando per speciali promozioni sull’acquisto di più articoli. Per favorire la possibilità di acquisto per un periodo più lungo la maggior parte degli esercenti locali opta per un Black Friday più lungo, che coinvolge l’intero week end o tutta la settimana.

La presenza sui social e sul web di molte delle attività che propongono il Black Friday è fondamentale nella promozione e consente anche a piccole realtà di farsi conoscere attraverso le potenzialità del digital marketing, sfruttando gli strumenti che oggi il web mette a disposizione. È evidente infatti che il Black Friday può diventare un’occasione di business se pianificato in anticipo in maniera da coinvolgere un numero più ampio di potenziali clienti. 

Ci sono anche commercianti che invece resistono alle tradizioni americane, e che si mostrano contrari ad applicare sconti proprio alla vigilia degli acquisti natalizi. 

Black Friday sì o Black Friday no?! Questo è il dilemma, fermo restando che sono entrambe posizioni corrette se consapevoli e se derivate da un'attenta analisi della propria strategia di business. 

Condividi questa pagina