Gli artigiani incontrano la scuola

Sempre di più si parla del mondo giovanile come di un mondo distante da quello delle piccole aziende, eppure è con quel mondo che la maggior parte dei giovani andrà a confrontarsi nel corso della vita: il 95% delle imprese italiane hanno meno di 10 dipendenti e in esse lavora il 47% degli occupati (un dato questo tipicamente italiano: la media europea infatti è del 29%). Sempre più si parla del mondo dell’istruzione come di una realtà lontana da quella dell’artigianato, al quale sovente manca la possibilità di farsi conoscere e di risultare attrattivo.

Per provare a ridurre questo distacco CNA e Laboratorio Valsusa da tre anni, in collaborazione con la Cooperativa Sociale Un Sogno per Tutti, organizzano incontri rivolti ai ragazzi della scuola dell’obbligo, con l'obiettivo di trasmettere ai ragazzi il patrimonio di competenze e di esperienze proprio delle imprese dell'artigianato, di presentare la passione e la professionalità degli artigiani e la loro profonda relazione con il territorio, di cui sono nello stesso tempo interpreti ed ambasciatori.

Gli incontri, organizzati all'interno del Progetto Masnà, anche quest'anno hanno interessato gli alunni delle seconde medie delle scuole di Condove e Sant'Ambrogio. Giovedì 10 maggio 2018 a Condove si è parlato di prodotti alimentari biologici e legati al territorio. Sebastiano Di Lorenzo dell'Apicoltura biologica Seba e Vale ha illustrato il suo lavoro di apicoltore, presentando agli alunni non solo gli attrezzi che utilizza ma anche un telaio completo di cera, miele ed api al lavoro, con tanto di Regina!

 Sebastiano Di Lorenzo (Apicoltura biologica Seba e Vale)

 Sebastiano Di Lorenzo (Apicoltura biologica Seba e Vale)

Matteo Marzo ha invece descritto il suo lavoro di panificatore e il valore degli ingredienti e delle lavorazioni, a partire dal lievito madre, nella ricerca di un prodotto che sia buono, salutare ed espressione del territorio.

Matteo Marzo

Matteo Marzo

Venerdì 11 altra bella mattinata, sempre a Condove, a parlare di caffè e di restauro. Elena Marengo, de Il Tarlo Restauri, ci ha accompagnato alla scoperta dei vari tipi di legno, alle lavorazioni che hanno caratterizzato la storia della falegnameria ed all'arte di ridare vita ad un mobile antico.

Elena Marengo (Il Tarlo Restauri)

Elena Marengo (Il Tarlo Restauri)

Roberto Messineo invece, assieme ai suoi collaboratori, ci ha presentato le vari fasi della tostatura del caffè, ci ha fatto annusare il suo aroma e ci ha descritto la catena del commercio di questa bevanda, seconda per importanza solo a quella del petrolio. Una catena che dovrà essere sempre più equa e garantita, anche attraverso il metodo di tracciatura di tutte le lavorazioni che, prima in Italia, sta sperimentando la sua torrefazione, Caffè San Domenico.

Roberto Messineo (Caffè san Domenico)

Le fasi della torrefazione del caffè

Giornata finale mercoledì 23 maggio a Sant'Ambrogio, con Silvia Merlo, a raccontare il suo lavoro di ristoratrice alla Table dlouz Amis di Beaulard, e la sua ricerca degli ingredienti e dei sapori della Valle di Susa.

Silvia Merlo (La table dlouz Amis)

In tutti gli incontri Stella Cribari e Enzo Gioberto, a nome del CNA, hanno inoltre presentato il progetto del Laboratorio Valsusa, raccontato la figura dell'artigiano e presentato una parte dei video realizzati con la aziende, a testimoniare la vastità, la qualità e la passione del mondo delle piccole imprese.

Stella Cribari

Grazie davvero agli artigiani che hanno dedicato il loro tempo a questa iniziativa, agli amici del Progetto Masnà, agli insegnanti e soprattutto ai ragazzi, anche quest'anno come sempre attenti ed interessati.

Condividi questa pagina