Scuola-Lavoro al Des Ambrois in collaborazione con le imprese, CNA e Laboratorio Valsusa

Nei giorni scorsi si sono conclusi due importanti progetti di collaborazione Scuola-Lavoro, che hanno coinvolto l’Istituto Des Ambrois di Oulx , la CNA di Susa ed il Laboratorio Valsusa.

Martedì 4 giugno il termine dei lavori è stato sancito dalla consegna degli attestati ai ragazzi che hanno partecipato ai progetti. “Si è trattato di un bell’esempio di collaborazione tra mondo del lavoro e mondo della scuola – ci dice il presidente di CNA Susa Gian Andrea Torassoche è stato utile e stimolante per entrambi e che, se ci saranno le condizioni, ci piacerebbe replicare anche nei prossimi anni”.

Svolti sotto forma di alternanza scuola lavoro, e quindi in orario scolastico, i progetti hanno permesso agli alunni di sperimentare la realtà del mondo lavorativo sulla base di esigenze reali, mentre le aziende hanno usufruito di un servizio professionale e “su misura”.

Ferdinando Parisi (CNA Susa) consegna gli attestati agli studenti

Ferdinando Parisi (CNA Susa) consegna gli attestati agli studenti

 

Il primo progetto, realizzato con la classe 5B Multimediale, aveva l’obiettivo di lavorare sull'immagine coordinata di un’azienda, scelta tra quelle che si erano candidate rispondendo all’invito di CNA e Laboratorio Valsusa. La scelta è caduta sulla Serramenti DGA di Chiusa San Michele, che per la comunicazione aziendale aveva la volontà di realizzare un video. Debora Marcon, titolare assieme al marito Stefano Orbaniello dell’azienda di serramenti, è molto soddisfatta: I raganni ne hanno addirittura realizzati quattro, tutti molto belli: nei prossimi giorni, appena ci verranno inviate le versioni definitive, inizieremo ad utilizzarli per la nostra comunicazione aziendale. Devo dire inoltre che mi ha fatto molto piacere collaborare con un’istituto scolastico che conosco piuttosto bene, essendomi diplomata al Des Ambrois non molti anni fa…”.

Un frame del video realizzato dai ragazzi del Des Ambrois

Un frame del video realizzato dai ragazzi del Des Ambrois

 

Il secondo, che ha coinvolto le classi 4A e 5A Design, si è invece focalizzato sulla progettazione di un espositore che Laboratorio Valsusa intende mettere a disposizione delle aziende aderenti. Avevamo la necessità - ci dice Stella Cribari di CNA Susa - di ideare un piccolo espositore da offrire alle attività artigianali e commerciali del settore alimentare, della ristorazione o dell’accoglienza per valorizzare il territorio con una selezione di prodotti delle imprese locali. Il progetto doveva rappresentare il carattere artigianale delle aziende, essere flessibile (la richiesta era di una versione da terra ed una da banco, entrambe possibilmente con la posizione dei ripiani variabile) ed avere la possibilità di essere realizzato a costi contenuti, con metodi artigianali ed utilizzando possibilmente materie prime locali”.

Due dei progetti di espositore più apprezzati

Due dei progetti di espositore più apprezzati

 

Erano richieste tutt’altro che semplici da esaudire – ci dice ancora Cribari - ma sicuramente alcuni progetti hanno centrato l’obiettivo. Non abbiamo voluto fare una vera e propria classifica di merito ma abbiamo presentato quelli che a noi sembravano i migliori ad alcuni dei nostri artigiani, e nei prossimi mesi verificheremo se sarà possibile metterne uno in produzione”.

Anche gli insegnanti che hanno realizzato il progetto, Ludovico Allasio per il design, Antonio Prencipe e Fabio Di Evangelista per il Multimediale, sono molto soddisfatti: “Per noi era una novità collaborare con un’associazione di categoria e nonostante qualche difficoltà iniziale dovuta alla novità delle procedure burocratiche, siamo molto soddisfatti di come il progetto si è concretizzato. Per i ragazzi è stato molto importante l’occasione di confrontarsi con una committenza reale e con delle esigenze precise. Il fatto che i video verranno utilizzati dall’azienda per la promozione e che sia allo studio la possibilità di realizzare concretamente uno dei progetti di espositore, per i ragazzi non può essere che motivo di orgoglio e di soddisfazione”.

Condividi questa pagina