Mille modi per preparare la polenta: la polenta concia

Con l'inverno alle porte, la polenta è una gioia per il palato ed anche per lo stomaco. Ma se amate le gite in montagna, vi sarà capitato, anche in piena estate, di raggiungere un rifugio e trovarla sul menu. Già, perché la polenta è un piatto povero della tradizione, che mette d'accordo grandi e piccini, fornendo varie possibilità di accostamento.

C'è chi la gusta accompagnata al latte tiepido, chi la unisce a formaggi e panna, chi la dispone a strati in una terrina versandovi sopra il burro fuso ed una generosa manciata di parmigiano prima di metterla a gratinare in forno, chi la predilige accompagnata ai funghi. Gli amanti della carne la servono con coniglio, oppure spezzatino e salsiccia, ma chi preferisce il pesce non si lascerà sfuggire la possibilità di gustare un piatto di polenta e merluzzo. Poi, c'è anche chi ama accostarla ad un semplice sugo di pomodoro.

Anche la sua preparazione ha più varianti: i puristi, che guardano con disprezzo alla cucina rapida e rispettano la tradizione, cucineranno la polenta mescolandola a lungo con olio di gomito; gli evoluti, invece, opteranno per il paiolo in rame con motorino elettrico che la rimesta al posto loro. E infine, ci saranno quelli sempre di fretta, quelli che vanno dritti al punto, cui non interessa la lunga cottura.

Mille modi per preparare la polenta: la polenta concia

Loro, opteranno per la polenta con farina precotta che in pochi minuti passa dalla confezione del negozio al piatto in tavola, senza grandi difficoltà. Lasciando da parte gli ultimi, che troveranno le indicazioni per la ricetta veloce direttamente sulla confezione, per gli amanti delle tradizioni ecco la ricetta della polenta concia.

Ingredienti per 5 persone: 500 gr di farina di granoturco, 2 litri di acqua, sale grosso q.b., 200 gr di toma piemontese, burro. Far bollire l'acqua con il sale, versare a pioggia la farina e rimestare in continuazione per evitare che si formino i grumi. Lasciare cuocere per almeno 50 minuti, mescolando con continuità. La quantità di acqua indicata è per una polenta di media densità. A seconda delle preferenze, è sufficiente aumentarla o diminuirla per variare la consistenza del risultato finale.

Mentre la polenta termina la sua cottura, tagliuzzate a strisce o pezzetti la toma. Incorporatela alla polenta e procedete mescolando per altri 10 minuti, fino a completa fusione del formaggio. In un pentolino a parte, fate fondere il burro (alcuni vi uniscono qualche foglia di salvia o pepe per un gusto più intenso). Togliete la polenta dal fuoco, versatela nel piatto e cospargete a piacimento con il burro fuso.

Condividi questa pagina