Il "maciafer": qualcuno se lo ricorda?

Sapete cos'è il "maciafer"? É il termine dialettale piemontese per indicare le scorie di carbone che restano sulla griglia dopo la combustione.

In italiano si chiamano "rosticci, e sono prodotti dalla fusione delle ceneri di carbone: agglomerandosi sulle griglie dei focolari creano un ostacolo alla buona combustione, tanto che si era talvolta costretti a interrompere il lavoro del forno per eliminarlo.

A Natale trovava il suo principale (ed unico) utilizzo: alcuni blocchi venivano in genere accatastati per rappresentare la grotta di Gesù bambino nel presepio.

Un blocco di "maciafer"

Le foto sono di Paola Cugno.

Condividi questa pagina