"Storie Nostre", rassegna di docufilm su personaggi e luoghi della Valle di Susa

L’associazione Pro Susa, in collaborazione con il Valsusa Fimfest e il patrocinio della Città di Susa, presenta "Storie nostre", rassegna di docufilm dedicati a personaggi e a luoghi della Valle di Susa con tre appuntamenti, alle ore 21 del venerdì al Salone Pro Susa, in via Madonna delle Grazie. Il 16 ottobre è in programma "Francesco Torre - Dai monti al mare, il 23 ottobre "Maura Viceconte - La vita è una Maratona" e il 30 ottobre "Noi siamo i figli della Monce".

L’ingresso è ad offerta libera e contingentato sino ad esaurimento dei posti disponibili, con prenotazione consigliata ai seguenti contatti: tel. 3703562013 – email associazioneprosusa@gmail.com

 

Francesco Torre

“Francesco Torre - Dai monti al mare” | 16 ottobre

Francesco Torre è un avvocato di Gravere appassionato di alpinismo. Il primo filmato, “Francesco Torre e l’Everest”, documenta l’impresa dell’avvocato portata a compimento il 21 maggio 2016, quando arrivò sul tetto del mondo dopo una ascensione resa ancor più difficile, nell’ultimo tratto, da difficoltà con l’erogatore di ossigeno. Un’impresa non per tutti, fortemente voluta dopo anni di preparazione, un duro allenamento specifico, e una forza di volontà non comune per portare a termine e realizzare il sogno di tutti gli alpinisti.

Il secondo filmato, “Traversata dello Stretto, bici e corsa”, documenta un’impresa del settembre 2018 con tre discipline diverse. Torre ha infatti attraversato lo Stretto di Messina a nuoto, è sceso per 100 chilometri in bicicletta fino alle pendici dell’Etna ed ha quindi risalito il vulcano di corsa, percorrendo 40 chilometri, con 3mila metri di dislivello e in sole 24 ore

Il terzo filmato presentato è “Moncenisio sottosopra”, un documentario dell’Associazione Culturale Moonlive con regia di Luigi Cantore dedicato al valico alpino che separa le Alpi Cozie dalle Alpi Graie, luogo fra terra e cielo, magico insieme di incanto, cornice di maestose montagne che come eterne divinità dall’alto delle loro cime, abbassano lo sguardo e si specchiano in un azzurro lago dagli infiniti toni di colore che muta d’aspetto con il clima e le stagioni.

 

Maura Viceconte

"Maura Viceconte - La vita è una Maratona" | 23 ottobre

Il documentario di Luigi Cantore fa rivivere la vita umana e sportiva, con le testimonianze di buona parte delle persone che l’hanno accompagnata, di Maura Viceconte, maratoneta e mezzofondista valsusina, primatista italiana dei 10000 metri piani, bronzo nel 1998 nella maratona agli Europei a livello individuale ed argento con la squadra italiana, nella stessa manifestazione valida per la Coppa Europa di maratona.

Alla serata saranno presenti Maria Curatolo e Walter DurbanoRemigio Picco, Andrea Pellissier e Walter Viceconte. Maria Curatolo ha vinto la medaglia d'argento agli europei di Helsinki 1994 ed è arrivata ottava a Seul 1988. Ha disputato anche i mondiali di corsa campestre, dove vanta un decimo posto nel 1988 come miglior risultato. Walter Durbano è stato uno dei grandi nomi della maratona azzurra. Ha fatto parte della nazionale dal 1981 al 1995, e in carriera ha vinto una medaglia d'argento in Coppa del Mondo nel 1993 a San Sebastian, ed è stato più volte campione italiano di maratona e mezza maratona.

 

Noi siamo i figli della Monce

"Noi siamo i figli della Monce" | 30 ottobre

Le prime presentazioni del docufilm di Luigi Cantore “NOI SIAMO I FIGLI DELLA MONCE - Storia e storie di una fabbrica-paese del Novecento”, prodotto dal Valsusa Filmfest in collaborazione con il Comune di Condove e l’associazione MoonLive, si sono svolte venerdì 3 e sabato 4 luglio all’interno della Magnetto Wheels di Condove, la fabbrica di cui il docufilm racconta la storia e che tutti conoscevano come le Officine Moncenisio. 

Le riprese e le interviste del film sono state girate tra i mesi di settembre 2019 e gennaio 2020 coinvolgendo nella lavorazione più di 300 persone, nella quasi totalità a titolo volontario. In un’ora e venti di montaggio, in cui le testimonianze di ex dipendenti e di “figli e nipoti della Monce” si alternano con scene di fiction, molte delle quali prendono spunto proprio dai loro racconti, vengono fatte rivivere vicende e persone che hanno accompagnato la vita e l’epopea della fabbrica, attraversando 70 anni di storia. La fondazione del 1906 ad opera del Cavaliere Fortunato Bauchiero, la produzione post-bellica e della mitica autovettura Temperino, gli anni ’60 in cui la fabbrica era diventata il più grande stabilimento metalmeccanico della Valle di Susa con più di mille dipendenti, la famosa mozione contro la fabbricazione di armi del 1970, il suono dell’ultima sirena nel 1977.

SCOPRI DI PIÙ: “Noi siamo i figli della Monce”: un docufilm racconta la storia delle Officine Moncenisio

Condividi questa pagina