Da circa 35 anni Anna e Michele D'Amelio sono un punto di riferimento nel settore della caffetteria: conosciuti sia in valle di Susa che in val Sangone, dove hanno a lungo gestito locali di prestigio, dallo scorso 1 ottobre sono approdati a Chiusa San Michele, lungo la S.S. 25, dove la loro esperienza è al servizio della clientela dal martedì alla domenica.

Il nome scelto per la nuova attività ben sintetizza la volontà di essere sempre al passo con i tempi: 4 punto zero identifica infatti la rivoluzione robotica industriale, ma anche la loro costante ricerca di innovazione, percepibile in ogni angolo dell'esercizio. "Assieme a educazione, pulizia e rispetto - aggiunge Anna - che non vogliamo manchino mai nei nostri locali".

4 punto zero

"La novità del "4 punto zero" – ci dicono Anna e Miky – è l'attrezzatissimo laboratorio di pasticceria, dotato di macchinari all'avanguardia tra cui spiccano l'innovativo forno Rational, il lievitatore e l'abbattitoreQuello della pasticceria è un "pallino" che avevamo da tempo, ma per il quale ci era sempre mancato lo spazio idoneo: ora abbiamo finalmente potuto trasformare questa idea in qualcosa di concreto".

Dal laboratorio, vassoi ricchi di goloserie si trasferiscono in un attimo alla vetrina e al banco frigo: torte e dolci moderni, mousse glassate, bavaresi, bignole, mignon, sfogliatelle (le classiche "code d'aragosta"), biscotti, paste secche: un trionfo di bontà cui è difficile resistere, disponibili anche da asporto e su ordinazione.

4 punto zero, paste

Dietro tanta prelibatezza c'è la firma di un giovane pasticcere pugliese, Giovanni Greco, 25 anni di età, esperienza a Parigi ed un master in pasticceria alla scuola alberghiera di Gualtiero Marchesi. Un ragazzo serio e umile ma molto competente, che ha ormai capito i gusti della clientela e ben si presta a soddisfare la golosità degli avventori.

E, se ciò non bastasse, Michele vizia i suoi clienti con un'ampia gamma di gelati, che produce ormai da 35 anni. La ricetta è rigorosamente segreta e si tramanda nel tempo, ma anche qui non mancano proposte innovative, nate da corsi e sperimentazioni effettuate accanto a grandi nomi della pasticceria.

Ai gusti classici a base cremosa o di frutta si aggiungono dunque piacevoli varianti come l'arancia e cioccolato, la cassata o il gelato 4.0, che abbina cioccolato, amarena e peperoncino, per un sapore dolce e piccante assolutamente da ricordare.

4 punto zero, esterno

Non da meno la ricca offerta di prelibatezze salate che accompagnano gli aperitivi e ben si prestano ad essere servite a pranzo o a cena, dove toast, insalatone, verdure grigliate, panini, tramezzini e capresi la fanno da padrone. Ad accompagnare il gusto del piatto, nel bicchiere arrivano frizzanti bollicine, invitanti cocktail, birre alla spina, bevande e l'immancabile caffè.

Da sorseggiare nella sala interna, ridimensionata per le disposizioni dovute al Covid-19 ma comunque idonea ad ospitare più di 20 persone, o nel dehor esterno, che ne può accogliere quasi altrettante. E se tante attenzioni non dovessero bastarvi, come ciliegina conclusiva per migliorarvi la giornata basterà un'occhiata alla Sacra di San Michele, alle spalle dell'esercizio o riprodotta su legno all'interno, in una splendida cornice dorata.

Perchè al 4.0 la modernità e l'innovazione, oltre che con il sorriso e la gentilezza, si sposano alla perfezione anche con la tradizione.

4 punto zero