Gòffre sono un cibo tipico non solo dell'alta valle di Susa ma di tutta l'area occitana delle Alpi, al confine tra Italia e Francia. Nascono come sostituti del pane, che un tempo veniva cotto una volta al mese nell'unico forno del paese, gestito in modo comunitario: quando questo terminava prima del dovuto le famiglie correvano ai ripari impastando un po' di farina (che allora veniva usata con molta parsimonia!) insieme ad acqua, lievito ed un pizzico di sale. La pastella ottenuta, più liquida dell'impasto del pane, lievitava almeno 4 ore e poi veniva cotta sulle tipiche piastre: il risultato era (ed è) una cialda croccante e morbida, ottima specie se gustata ancora calda.

Ciabòt dj Gòffre

Nell'ormai lontano 2006 Mario Manfredi dopo una vita da giramondo (fotografo sportivo in Inghilterra, direttore di una residenza d'epoca in Toscana, speaker della pista di bob di Cesana...) raccolse l'invito della sorella Marinella: realizzare, aiutati dalla mamma Annamaria, la visionaria idea del papà, quella di non lasciare nel cassetto una ricetta piena di ricordi.

La ricetta utilizzata dal Ciabòt dj Gòffre è infatti quella lasciata in eredità da nonno Mario, panettiere, e non ammette latte né burro, ma solo lardo non salato per ungere le piastre roventi. La farcitura è a scelta tra le specialità del territorio: I gòffre salati prevedono salumi e formaggi (provenienti dagli alpeggi di Sansicario), quelli dolci vengono proposti con miele, marmellate o Nutella, mentre il classico “burro e zucchero” ricorda le merende di un tempo. Oppure potete farvi sorprendere dalla versione agrodolce (pancetta e lamponi, toma e miele, stracchino e mirtilli, burro e miele): un mix che convince e richiede il bis.

Ciabòt dj Gòffre

Oggi è Mario ad avere la gestione delle piaste di cottura, mentre Marinella si dedica principalmente ai dolci: inventiva come sempre propone le frittelle di mela su stecco, un delizioso dolcetto cotto alla piastra a base di mele. E se nella stagione invernale passate per Monginevro non perdetevi la loro Chocolaterie, dove troverete una scelta sterminata di dolci, torte, confetti e ogni sorta di prodotto di pasticceria.

Ciabòt dj Gòffre

Per tutta l'estate invece Mario e Marinella saranno “on the road” in collaborazione con l'AICI (Associazione Italiana Cuochi Itineranti) con un progetto di Street Food che raggruppa proposte alimentari che rappresentano tutte le regioni d'Italia, e dove i nostri amici del Ciabòt proporranno questa antica e semplice ricetta del nostro territorio, che non hanno voluto lasciare in fondo ad un cassetto.