Almese

Almese sorge nella pianura del torrente Messa ed è uno dei primi comuni che s'incontrano risalendo la Valle di Susa da Torino. Il territorio del comune si estende dalla zona di pianura alle pendici delle Prealpi fino allo spartiacque che unisce i monti Musinè e Curt. 

L'esistenza del paese di Almese è documentata fin dall'epoca romana, quando la zona venne valorizzata grazie alla strada che da Augusta Taurinorum, l'attuale Torino, risaliva la Val di Susa fino a raggiungere il Colle del Monginevro.

L'insediamento romano fu diffuso ed intenso: una ricca toponomastica prediale latina è infatti presente in tutto il territorio di Almese e nelle terre adiacenti: il nome stesso di Almese deriva dal gallo-romano Almo e Mettius (torrente Messa)A testimonianza del periodo romano è stata ritrovata una Villa di età augustea risalente al I sec d.C. in località Grange di Milanere. 

L'antica chiesa della Natività di Maria Vergine, sorta su di un'altura discosta dal paese, venne sostituita dalla parrocchiale nuova progettata da Giovanni Boschis ed edificata tra il 1963 e il 1966. Su di un masso erratico tra Almese e Rivera sorge invece il ricetto di San Mauro, risalente al XIV secolo. 

Condividi questa pagina