Condove

Sul versante settentrionale della Valle di Susa e lungo il percorso della Via Francigena sorge il paese di Condove, il cui territorio è quasi del tutto compreso nei bacini idrografici dei torrenti Gravio e Sessi. Conta 77 frazioni montane che si inerpicano in ampie valli laterali: tra queste spiccano Mocchie e Frassinere, che furono comuni autonomi fino al 1936

Dal punto di vista artistico emerge la chiesa di San Rocco, edificata tra il XI e XII secolo; a causa del progressivo espandersi della popolazione fu inizialmente sostituita da una nuova parrocchiale nel 1757, a cui prese nuovamente il posto l'attuale chiesa edificata tra il 1956 e il 1959. All'interno di quest'ultima si conservano alcuni pregevoli arredi (una coppia di confessionali, un battistero) da ritenersi parte integrante dell'ornamentazione dell'antica parrocchiale. In posizione elevata e al confine con Caprie, sorge il Castello di Condove, anche detto Castello del Conte Verde

Fra gli eventi più significativi che coinvolsero il paese di Condove ci fu nel XX la costruzione degli stabilimenti della Società Anonima Bauchiero, successivamente chiamata Officine Moncenisio: incise profondamente sul tessuto economico del paese, che passò da una società contadina ad una industriale. 

Scopri di più

Castrum Capriarum (Castello del Conte Verde)

Mocchie

Colle del Colombardo

Museo Etnografico Gente di Montagna di Condove

Nel 1906 nasceva "la Monce", la fabbrica che ha segnato la storia di Condove

La storia del monumento alla civiltà alpina di Mocchie, e dello spopolamento della montagna condovese

Giovanni Francesco Re, il botanico condovese che catalogò la flora valsusina

L'antica tradizione del Carnevale del Lajetto a Condove: attenti alle Barbuire!

“Noi siamo i figli della Monce”: il docufilm si presenta all’interno dello stabilimento di cui racconta la storia

Condividi questa pagina