Exilles

Il comune di Exilles, situato ai piedi del salto di Serre la Voute che immette nella piana di Oulx, fu nei secoli un nodo strategico per il controllo dell'accesso al valico del Monginevro; il suo territorio è caratterizzato dallo scorrere della Dora Riparia, ed è dominato dalla fortezza innalzata sullo sperone roccioso, la cui presenza è documentata dal XII secolo. Conta quattro frazioni, abitate tutto l’anno: Deveys, Cels, Champbons e San Colombano.

Il suo abitato, connotato da un'architettura civile e religiosa piuttosto significativa, si è nel tempo sviluppato come centro agricolo, racchiuso in un ricetto a difesa dalla continue aggressioni volte a conquistare il forte. Emergono nel centro storico la chiesa parrocchiale di San Pietro Apostolo, che presenta un campanile romanico che potrebbe risalire al XIII secolo, e la cappella di San Rocco, situata all'ingresso del paese, costruita nel 1660 con blocchi di pietra scolpiti riutilizzati dalla demolizione di un edificio più antico.  

Scopri di più

Forte di Exilles

Grange della Valle

Bivacco Sigot

Ernestina Prola: è di Exilles la prima donna ad ottenere la patente

Il Pertus di Colombano Romean, un'opera titanica che risale a quasi 500 anni fa

Condividi questa pagina