Gran Bosco di Salbertrand

Dal 2012 i  tre Parchi Naturali della Valle di Susa (Laghi di Avigliana, Orsiera Rocciavré, Gran Bosco di Salbertrand) sono stati unificati assieme al Parco della Val Troncea nell'Ente di Gestione delle Aree Protette delle Alpi Cozie, con sede a Salbertrand, presso l'ex Parco Naturale del Gran Bosco.

Il parco del Gran Bosco di Salbertrand è stato istituito principalmente per proteggere la rigogliosa vegetazione ed in particolare le pregiate abetine e gli estesi larici-cembreti. Le oltre 600 specie vegetali censite creano una varietà di ambienti con una fauna anch’essa particolarmente ricca di circa 70 specie di uccelli nidificanti e 21 specie di mammiferi.
Al confine con i prati del fondo valle, troviamo una certa diffusione di latifoglie, tra le quali frassini, betulle, aceri e ontani ed esigui popolamenti di faggio, nonchè la presenza di alcuni piccoli nuclei di tasso. Come ci si innalza di quota, si entra nel regno delle conifere.
Importante è la presenza di quattro specie di ungulati: il camoscio, il cinghiale, il cervo e il capriolo. Nel recente passato è stato difficile mantenere il giusto equilibrio tra presenza animale e forestale; attualmente un nuovo ed insperato aiuto in tal senso è arrivato dalla ricomparsa del lupo, la cui presenza, accertata e continua a partire dal 1997, è oggetto di tutela e di studio.
Il Parco ha da sempre riconosciuto la necessità di conservare, testimoniare e valorizzare la memoria storica della sua Comunità, e a tale scopo ha creato e gestisce dal 1996 l’Ecomuseo Colombano Romean, dedicato agli aspetti del lavoro e della tradizione in Alta Valle di Susa.

Parco naturale del Gran Bosco di Salbertrand 

Via Fransuà Fontan, 1 - 10050 Salbertrand (TO)

Aperture centro visite Parco Naturale: lunedì-giovedì: 9.30-12/14-15; venerdì: 9.30-12; 14 luglio-26 agosto: anche sabato e domenica 9-12.30/14-17.30.

Informazioni: tel. 0122.854720 - Fax 0122.854421 - www.parchialpicozie.it - info.alpicozie@ruparpiemonte.it

Condividi questa pagina