Pesci, insetti, anfibi e serpenti

I pesci sono stati una componente importante dell'alimentazione e della gastronomia locale, in particolare quelli tipici dei torrenti e dei laghi di montagna: trote e salmerini. Erano molto ricercati quelli del Lago del Moncenisio, per i quali deteneva l'esclusiva di pesca il parroco dell'Ospizio.

I Laghi di Avigliana invece sono popolati prevalentemente da ciprinidi (cavedani, carpe, scardole), ma si possono incontrare anche il luccio, il pesce gatto, l'alborella, la tinca, la carpa, i persici reale, sole e trota e l'anguilla.

Gli insetti rappresentano il più grande tra i raggruppamenti di animali che popolano la Terra, ed annoverano oltre un milione di specie, pari ai cinque sesti dell'intero regno animale. Dunque anche in Valle di Susa non mancano: formiche, coleotteri, mosche, cavallette, libellule, farfalle, api, ragni...

Qualcuno di loro negli ultimi tempi ha avuto grande notorietà, o per le sue abitudini, particolarmente dannose per l'uomo e gli animali (processionaria, zecca) o perchè pericoloso in quanto specie non autoctona e dannosa per l'ecosistema (cimice e tarlo asiatico, cinipide del castagno, zanzara tigre).

Si ritiene che gli anfibi siano tra i più antichi colonizzatori delle terre emerse, ma certamente erano più numerosi quando le paludi e le zone umide erano maggiormente estese. Restano comunque una discreta presenza, soprattutto di rane e rospi, mentre più rari sono i tritoni.

Anche i rettili sono ben rappresentati, dalle lucertole alle varie specie di serpenti. In Valle di Susa l'unico velenoso tra questi è la vipera, mentre le altre specie (biacco, saettone, natrice dal collare) sono innocue. Spesso viene confuso con i serpenti l'orbettino, che è invece una lucertola senza zampe, anch'esso completamente inoffensivo.

Gran parte di questi animali li trovate nei bellissimi scatti dei nostri amici di MyValsusa, che trovate al fondo dell'articolo. Nella foto di copertina La natura vista da vicino (Maria Rita Brun).

Scopri di Più

La vipera, un incontro estivo che è meglio evitare

Le lucciole, lo spettacolo notturno che ci affascina fin dall'infanzia

La processionaria, un insetto pericoloso per gli animali e per l'uomo

Cimice verde e Cimice asiatica, un fastidio per l'uomo e un flagello per le colture

Fastidioso come una zecca, non è solo un modo di dire. Come prevenire il loro morso

Il cinipide è tornato. Castagneti monitorati per impedire il flagello del passato

Le api sono allo stremo delle forze. E lanciano un SOS

Condividi questa pagina