Cappella di Sant’Andrea, Ramats

La Cappella di Sant’Andrea, sita in una zona panoramica a ridosso dei vigneti alle porte della frazione Ramats, fu edificata tra XIV e XV secolo e ampliata fino a raggiungere le dimensioni attuali tra il XVI e il XVII secolo. L’interno è decorato dalle scene della vita di Sant’Andrea Apostolo, realizzate sul finire del Quattrocento da un anonimo frescante, affine alla bottega dei Serra di Pinerolo, definito dalla critica come il "Maestro del Coignet e delle Ramats".

Il ciclo affrescato presenta sull’arco santo una delicata Annunciazione, mentre l’area absidale ospita le storie di Sant’Andrea apostolo suddivise in tredici riquadri. In essi si possono ammirare la predicazione del santo a Patrasso; la condanna e l’incarcerazione da parte del proconsole del luogo, Egea; la flagellazione e la crocefissione del santo; la sua morte e sepoltura; la conversione di Egea e la sua morte (maggiori informazioni su Città e Cattedrali).

La Cappella è dotata del sistema "Chiese a porte aperte" di apertura e narrazione automatizzata.

Scopri di più

"Chiese a porte aperte": il territorio apre i beni culturali. Con un click

Cappella di Sant'Andrea di Ramats, affresco interno

Condividi questa pagina