Cattedrale di San Giusto

La chiesa abbaziale di San Giusto di Susa, attuale cattedrale, venne consacrata il 18 ottobre 1027. L’edificio subì nel 1321 il rifacimento gotico dell’area absidale, mentre risalgono alla metà del Quattrocento i pinnacoli e le decorazioni in cotto del campanile.

L’edificio conserva numerose tracce delle decorazioni ad affresco che si sono succedute nel tempo: all’esterno, sulla fiancata meridionale, sono visibili un interessante fregio romanico a monocromo e la lunetta con la crocifissione, risalenti al 1130 circa; sulla medesima facciata sono presenti anche altri affreschi, risalenti al XV secolo, tra cui un arcone decorato con raffigurazioni di profeti.

La cattedrale si affaccia su Piazza Savoia, i cui recenti lavori di rifacimento hanno portato alla luce alcune importanti strutture, la cui corretta interpretazione è attualmente oggetto di dibattito. Gli archeologi ipotizzano che siano i resti del tempio urbano, posto al centro del foro.

Durante il restauro del coro ligneo, che si stima risalente alla fondazione della Cattedrale primigenia, è venuta alla luce un'antica cripta sotterranea, un ritrovamento straordinario, definito "il più significativo nel torinese ed in Piemonte degli ultimi cinquanta anni".

Condividi questa pagina