Precettoria di Sant'Antonio di Ranverso

Situata ai piedi della Valle di Susa e lungo il percorso della Via Francigena, la Precettoria di Sant'Antonio di Ranverso fu fondata nel 1188 dall'Ordine Ospedaliero di S.Antonio di Vienne come luogo di accoglienza per i pellegrini, ma soprattutto come ospedale per i malati di fuoco di Sant'Antonio.

In seguito alla diffusione dell'epidemia di peste della seconda metà del XIV secolo, l'ospedale di Ranverso svolse un ruolo fondamentale per la cura e l'assistenza degli appestati. Il complesso nei secoli fu riadattato più volte, fino all'ultimo intervento a completamento della chiesa comandato alla fine del XV secolo da Jean de Monthenou, che venne nominato commendatario nel 1470. 

Tra la fine del Medioevo e l’inizio del Rinascimento vi fu un rinnovamento nel campo delle arti, testimoniato dalle importanti opere di Defendente Ferrari, pittore chivassese (1480/85  - dopo il 1540) che ebbe una notevole attività nella produzione di pale e polittici a tematica sacra.

Il suo stile, ricco di preziosismi decorativi e vivaci colori, denota influenze derivanti dalla tradizione nordica. Le sue opere sono conservate in musei piemontesi e italiani, europei, statunitensi; in particolare in Valle di Susa le opere di Defendente Ferrari sono conservate a Sant’Antonio di Ranverso.

 

Visite: dal mercoledì alla domenica con orario 9-12.30 (ultimo ingresso ore 12) e 13.30-17 (ultimo ingresso ore 16.30)

Informazioni: tel. 011/9367450 (attivo durante l'orario di apertura) www.orinemauriziano.it - ranverso@ordinemauriziano.it

 

Condividi questa pagina