Sacra di San Michele

Monumento simbolo del Piemonte, l’abbazia di San Michele della Chiusa venne fondata tra il 983 e il 987; essa è stata una delle più celebri abbazie benedettine dell’Italia settentrionale ed è tra i più grandi complessi architettonici di epoca romanica in Europa, posta lungo il cammino che da Mont St. Michel porta a S. Michele del Gargano. La sua attuale imponente costruzione, iniziata attorno ad una chiesetta dedicata all’arcangelo Michele, venne edificata tra l’XI e il XIV secolo. 

La Sacra di San Michele presenta elementi artistici ed architettonici unici, quali il portale dello zodiaco e lo scalone dei morti (XII sec.) e, all’esterno, il sepolcro dei monaci, mentre l’interno della chiesa abbaziale è impreziosito dalle sculture romaniche nell’area absidale e da numerosi affreschi del XV-XVI sec.

Il percorso di visita è arricchito periodicamente dall’apertura speciale della biblioteca, nata a partire dal 1836, anno di arrivo dei Padri Rosminiani sul Monte Pirchiriano, e del monastero vecchio, distrutto dalle truppe di Catinat sul finire del Seicento. La biblioteca ospita attualmente circa 8000 volumi, con testi a partire dal XVII secolo, ed è consultabile su richiesta.

La Sacra di San Michele è raggiungibile con l’automobile attraverso l’abitato di Avigliana, o salendo a piedi tramite un'impervia mulattiera da Sant'Ambrogio.

Aperture: 16 marzo - 15 ottobre: feriali 9.30-12.30, 14.30-18, festivi 9.30-12, 14.30-18; 16 ottobre - 15 marzo: feriali 9.30-12.30, 14.30-17, festivi 9.30-12, 14.30-17.00. Pasquetta, 25 aprile, 1 maggio, 2 giugno: aperto con orario continuato 9.30-18.30. Chiusa il lunedì (non festivo)

Informazioni: tel. 011/939130 - www.sacradisanmichele.com - info@sacradisanmichele.com

Condividi questa pagina