San Restituto

La chiesa di San Restituto sorge possente e solitaria tra i prati, in posizione praticamente equidistante da Sauze di Cesana, Champlas du Col e Rollières per le cui comunità ha svolto nei secoli passati funzione di parrocchiale. È, insieme alla parrocchiale di Cesana, la più antica della valle Ripa.

L’edificio, al quale si accede attraverso una stretta stradina, è circondato dal piccolo e suggestivo cimitero. Una bolla di Cuniberto, arcivescovo di Torino, rappresenta nel 1065 la prima testimonianza di questa chiesa, che subì gravissimi danni nel corso delle guerre di religione cinquecentesche. In questo periodo, a causa dei violenti scontri tra le armate cattoliche e riformate, la chiesa fu ripetutamente utilizzata come fortilizio, subendo numerosi assalti e distruzioni. Risalgono al 1609-1673 la costruzione dell’attuale campanile, in stile romanico-delfinale, e quella delle volte, mentre data agli anni successivi al 1687 la costruzione dell’ultima campata e della facciata a portico.

La chiesa rimase indenne nel corso del furioso incendio che, nel 1962, distrusse buona parte dell’abitato di Sauze di Cesana. Tuttavia, anche a seguito di questo evento e del conseguente spopolamento dell’abitato, subì nel secondo Novecento un progressivo decadimento e un depauperamento dei propri arredi a causa di furti. Solo con i recenti restauri, conclusi nel 2010, il monumento è tornato al suo antico splendore. 

Celebrazioni: Venerdì Santo in occasione della Via Crucis, Festa Patronale ultima domenica di maggio, Festa dell'Assunta 15 agosto, Festa della Madonna del Rosario seconda domenica di ottobre, Festa di Ognissanti 1 novembre. Luglio/agosto: mercoledì e sabato ore 16-18. Settimana di ferragosto: tutti i giorni 16-18. In altri periodi dell'anno aperta su richiesta previo appuntamento.

Informazioni: amicisanrestituto@gmail.com - www.sanrestitutodelgransauze.it

Scopri di più

Una mostra sul recupero di San Restituto e sulla ricostruzione di Sauze di Cesana

Condividi questa pagina