Il Bicigrill San Michele è una bella novità per la Valle di Susa e, come dice il suo nome, vuole rappresentare, per gli amanti delle due ruote in transito sulla via ciclabile, un po' quello che l'autogrill è per gli automobilisti di passaggio.

Ovvero un punto di riferimento, sia per eventuali problemi al mezzo, per cui sono a disposizione gli attrezzi per semplici interventi fai da te, sia un luogo di ristoro anche per chi, transitando, voglia godersi un attimo di relax ritemprando corpo e stomaco.

L'attività, posta proprio ai piedi della Sacra di San Michele, per quanto concerne la ristorazione, ha il volto sorridente e la competenza dello chef Riccardo, di 51 anni e della sua collega Cristina, 34enne che si alterna con destrezza tra il bancone e la sala, gestendo anche l'angolo bar.

Bicigrill San Michele, ai piedi della Sacra

L'idea di un Bicigrill in valle di Susa porta la firma del caselettese Jacopo Spatola, che già a Rivalta, da settembre 2017, ha proposto con successo questa tipologia di attività, diffusa in altre regioni italiane ma non ancora sufficientemente valorizzata in Piemonte.

Una scommessa che finora si è rivelata vincente, anche perché, a poco più di tre mesi dall'apertura, Riccardo e Cristina tracciano un bilancio più che positivo del riscontro percepito. "Non siamo una realtà riservata soltanto ai ciclisti – affermano – in quanto ci rivolgiamo ad un pubblico molto più ampio, che pare averlo capito. Ci hanno da subito individuati come attività aperta a tutti e non esclusivamente legata al mondo delle due ruote".

A confermarlo è il passaparola che si è presto diffuso nell'abitato chiusino, dove l'appuntamento al Bicigrill per il caffè è un pretesto per approfittare delle numerose leccornie esposte in vetrina. Il fatto poi che il consumatore venga chiamato per nome, la dice lunga sulla rapida fidelizzazione dell'utenza.

Bicigrill San Michele, le bici sul soffitto

Altrettanto numerosi sono i dipendenti delle aziende locali o i lavoratori di passaggio che approfittano della pausa pranzo e dei 32 coperti a disposizione (sopra i quali sono simpaticamente appese in tutta sicurezza due biciclette), attirati dalla cucina invitante e alla portata di tutte le tasche.

"Ogni giorno – spiegano Riccardo e Cristina – proponiamo un menù diverso, a seconda della disponibilità giornaliera di stagione. Da lunedì a venerdì offriamo la possibilità di fruire, con soli 10 euro, di un pranzo completo con primo, secondo, contorno o dessert, caffè ed acqua inclusi”.

La domenica è dedicata al pranzo a tema, che cambia ogni settimana e per il quale è richiesta la prenotazione: i funghi, la polenta, il tutto pesce oppure la grigliata, e presto potrebbero arrivare anche pranzi a tema regionale.

Bicigrill San Michele, pranzo

La struttura dispone anche di campetto da calcio, tennis e beach volley completamente gratuiti, incluso l'uso di spogliatoi e docce. "Vogliamo organizzare una festa dello sport nella bella stagione, ma siamo diventati anche un punto di riferimento per il bookcrossing, per due chiacchiere tra amici o come location per feste ed eventi privati".

Insomma, veri sportivi, finti atleti, grandi e piccini, studenti, famiglie, coppie, single, camperisti (a pochi metri è disponibile apposita area attrezzata), al Bicigrill di Chiusa tutti sono i benvenuti. Previa segnalazione, Riccardo si ingegna per soddisfare anche i palati di vegetariani e vegani (i celiaci possono già contare su pasta e crackers senza glutine).

Il Bicigrill a due passi dal bosco, accessibile anche ai disabili, dispone inoltre di wi-fi gratuito, angolo giochi e seggioloni per bimbi. Per questo, senza aspettare che sia tempo di Giro d'Italia, vale la pena fare immediatamente una vera e propria tappa in quel di Chiusa San Michele.

Bicigrill san Michele, alla fine un caffè

Orario invernale:

Da lunedì a venerdì 10-15 (chiuso il martedì)

Sabato e domenica 9-19