La Valle di Rochemolles

Rochemolles, oggi frazione di Bardonecchia, fu comune autonomo fino al 1926. Il suo abitato, frequentato maggiormente in estate, è ricco di storia, di cultura e di tradizioni: dispone di un'antica chiesa, dedicata a San Pietro Apostolo (consacrata a metà del 1400 e risultante la più antica della zona ) che conserva un prezioso soffitto a cassettoni istoriati, un leggio del 1571, una croce processionale ed una acquasantiera del 1552.

Nella cappella laterale, dedicata a San Sebastiano, vi sono alcuni affreschi che risalgono all’inizio del 1500; nella nicchia del campanile è invece possibile ammirare una statua del 1400 raffigurante la Madonna. La chiesa di San Pietro è inoltre raffigurata in un francobollo da 0,45 € emesso dalle Poste italiane il 9 marzo 2004 in occasione dei XX Giochi olimpici invernali. 

La Chiesa di San Pietro a Rochemolles

La Chiesa di San Pietro a Rochemolles (Maria Rita Brun)

 

La frazione è tristemente nota anche per le valanghe che nel corso dei secoli si sono abbattute. Quella dell'inverno del 1706 distrusse buona parte del paese, e quella del 1931, quattrocento metri più in alto sul versante della montagna posto a occidente del paese, travolse ventuno alpini del Battaglione Fenestrelle. L'ultima, il 5 febbraio 1961, distrusse alcune case.

A un paio di chilometri dal centro abitato si colloca inoltre il Lago di Rochemolles: si tratta di un piccolo lago artificiale a monte della diga costruita negli anni trenta per fornire l'acqua ad una centrale idroelettrica di Bardonecchia, oggi proprietà dell'Enel. 

Proseguendo sulla strada sterrata si raggiunge il Rifugio Scarfiotti (2165 m). Per i più avventurosi la strada prosegue ancora, piuttosto sconnessa e priva di protezioni a valle, fino ad arrivare ai circa 3000 metri del Colle del Sommeiller. Qui ogni anno, nel mese di luglio, si svolge il motoraduno “Stella Alpina”, che richiama moltissimi motociclisti italiani e stranieri: questa infatti è considerata una delle migliori alte strade di montagna in Europa.

L'immagine in copertina è di Benilde Souberan 

Scopri di più

Museo etnografico e mulino di Rochemolles

Sul ghiacciaio del Sommeiller, ora scomparso, un tempo d'estate si sciava

Rochemolles e le valanghe: nel 1931 durante un'esercitazione morirono 21 alpini

La patata, da semplice curiosità a protagonista della cucina alpina: le Cajettes di Rochemolles

Condividi questa pagina