Colle del Moncenisio

Il colle del Moncenisio (2.083 metri s.l.m.) è il valico alpino che separa la Val di Susa, dalla regione dell'alta Maurienne, compresa nel dipartimento francese della Savoia. Dà il nome alle Alpi del Moncenisio e alla Strada statale 25 del Moncenisio.

Questo territorio era storicamente savoiardo prima dell'annessione del ducato di Savoia alla Francia nel 1860, ma da sempre conteso dalla potente Abbazia di Novalesa prima e dalle diocesi di Torino e Susa poi.

Sembra che il termine Moncenisio derivi da Monte delle ceneri. Secondo la tradizione a seguito di un incendio boschivo si sarebbero accumulate delle ceneri in loco, da cui il nome. Dal colle prende anche il nome il vicino comune di Moncenisio, denominato Ferrera Cenisio sino agli anni quaranta del 1900.

Nel Medioevo il Colle diventa uno dei punti di passaggio alpini più frequentati tra Italia, Francia e Europa del Nord; luogo magico e molto frequentato in tutte le stagioni (compreso l'inverno, quando il valico è interrotto ed è raggiungibile solo a piedi) è il punto di partenza per numerose passeggiate ed escusioni.

Scopri di più

Il Moncenisio prima della diga. Ospizi, barche e cascatelle

Il valico del Moncenisio nei secoli: dalla Strada Reale a quella Napoleonica

I Marrons del Moncenisio: una storia lunga oltre dieci secoli

Imperatori, letterati, diplomatici e "marrons" ai valichi del Moncenisio e del Monginevro

Moncenisio, alla scoperta di un mondo sommerso: a spasso nell'invaso della diga

"Terre del Moncenisio", oltre 30 sentieri per MTB alle pendici del Rocciamelone

La storia del blocco anticarro del Moncenisio, un sistema difensivo di cui ora restano solo pochi ruderi

Condividi questa pagina