Castello di San Giorio

Spicca sui panorami della bassa valle di Susa il Castello di San Giorio (XI sec) che i Bertrandi fecero ampliare per esigenze militari con la costruzione del maschio quadrato (in origine alto 27 metri) e il castello inferiore, addossato alle mura del ricetto, probabilmente con funzione residenziale. La torre maestra è probabilmente la prima torre cilindrica realizzata in Valle ed è ora riferita a maestranze sabaude transalpine, reclutate dalla potente famiglia nella seconda metà del Duecento.

Fortemente danneggiato dalla truppe del maresciallo Catinat nel 1691, si conserva a rudere il castello inferiore, mentre il castello superiore fu oggetto di ricostruzioni e restauri dalla metà del Novecento.

Poco a valle del castello, nell’area compresa dal ricetto, è significativa è la presenza di una casaforte (XII sec.) parte integrante del complesso architettonico della casa parrocchiale, che presenta una bella finestra a bifore e un coronamento di merli ghibellini.

Condividi questa pagina