Rompicapo, giochi da tavolo, intrattenimenti ludici di una volta, puzzle, bambole di stoffa, cavalli a dondolo, articoli per giocoleria e clowneria...

Ai bimbi che varcano la soglia della Bottega delle meraviglie, brillano gli occhi di fronte al ricco assortimento che fa sì che, a Sant'Ambrogio, il paese dei balocchi sia permanente e a portata di mano tutto l'anno.

Non solo i piccini ma anche i loro accompagnatori adulti si soffermano volentieri a curiosare, con interesse o nostalgia, tra gli scaffali e gli allestimenti della Bottega, che a dicembre taglierà il traguardo del sesto anno di esercizio.

Definirlo negozio di giocattoli è davvero riduttivo, perchè al suo interno l'offerta è molto variegata. E quel che non c'è si cerca di procurarlo, seguendo con attenzione le fiere di settore.

Il Bosco delle Meraviglie

Ciò che non manca è sicuramente l'entusiasmo da parte dei due proprietari, Fabio e Mauro: abbandonate le rispettive occupazioni, che nulla avevano a che vedere con il settore del gioco, da qualche anno si sono lanciati anima e corpo in questa nuova avventura.

La loro creatività è sotto gli occhi di tutti: l'avventura non si limita solo al chiuso delle mura in cui ha sede l'attività commerciale, ma si espande anche lungo le pendici del Pirchiriano.

Perchè se la Bottega delle meraviglie per ovvi motivi è statica, il Bosco delle meraviglie, parco emozionale che ha ripreso l'attività ad aprile tra l'entusiasmo crescente dei visitatori, è in continuo movimento: lo animano pozioni e mantelli, personaggi fantastici ed alberi parlanti pronti ad interagire con i visitatori.

Il Bosco delle Meraviglie

Ben quattro sono i titoli della saga del parco: si va da "La maledizione dell'orco" a "Il rapimento del mannaro lupo", passando per "Gran Mago, Malaombra e lo scontro finale" cui si è aggiunto, dalla scorsa estate, lo spettacolo in notturna "Alda ed il respiro delle tenebre", quest'ultimo riservato ad un pubblico over 14.

SCOPRI DI PIÙ: Emozioni e divertimento al Bosco delle Meraviglie: i nuovi episodi della saga

Ma cosa succede quando la stagione non consente di avventurarsi nel bosco santambrogese?

Semplice: si lavora di fantasia. Come è avvenuto nello scorso periodo natalizio, quando, in neanche un mese di lancio, la proposta "Alla ricerca della letterina n. 1", un enigma da periodo di strenne, ha incontrato l'approvazione di più di 600 persone.

Perchè, alla fine, che si sia più o meno propensi a manifestarli, lo stupore, la fantasia e le emozioni fanno comunque parte di ognuno di noi. A volte li crediamo persi. Poi arrivano Fabio e Mauro e scopriamo che, come nella più classica delle fiabe, erano solo temporaneamente sopiti.

Il Bosco delle Meraviglie

Vedi anche:

Emozioni e divertimento al Bosco delle Meraviglie: nuovi episodi della saga e tante altre novità

Notizie dalle Aziende | 25 Lug 2019
È un'estate impegnativa quella che vede protagonisti Mauro e Fabio, i titolari del Bosco delle Meraviglie, parco emozionale attivo da anni sulle pendici del Pirchiriano. È impegnativa perchè i…