Sant'Ambrogio, un tuffo nel passato con la "Battaglia delle Chiuse"

Un sabato sera in puro stile medioevale è in programma sabato 29 giugno ai piedi della Sacra. L'amministrazione comunale, la Pro loco ed i borghi del paese propongono infatti la decima edizione della battaglia delle Chiuse, epico scontro che nel 773  vide contrapposti Carlo Magno e le sue truppe franche contro l'esercito longobardo guidato da Adelchi, figlio di Re Desiderio.

L'evento fa fare un balzo nel passato di oltre 1200 anni all'intero centro storico. Non sarà soltanto il sagrato della chiesa, infatti, ad essere teatro delle esibizioni, bensì tutto il perimetro compreso nel tracciato racchiuso tra le vie Umberto I, Caduti per la Patria ed Antiche Mura. Il programma è come consuetudine decisamente ricco e, se anche il tempo sarà clemente, la manifestazione si preannuncia di sicuro interesse.

Sant'Ambrogio, a fine giugno un tuffo nel passato con la "Battaglia delle Chiuse"

Vivendo in epoca medioevale, sarà innanzitutto necessario dimenticarsi la valuta attuale. L'euro sarà accantonato in favore dei "balengu", da cambiare presso le dogane locali, che per tutta la serata rappresenteranno l'esclusiva moneta d'acquisto. Soltanto i balengu, infatti, permetteranno di gustare i piatti serviti dalle taverne, ovvero gli stand gastronomici curati dai borghi, che allieteranno il palato rispettando la tradizione culinaria del tempo. Ma, dei cinque sensi, non sarà soltanto il gusto ad essere catapultato nel passato: anche vista, udito ed olfatto seguiranno il riavvolgimento del nastro della memoria.

Sant'Ambrogio, a fine giugno un tuffo nel passato con la "Battaglia delle Chiuse"

La manifestazione avrà inizio alle 18, con la possibilità di visitare il mercatino di artigianato dislocato lungo la via centrale, assistere alle dimostrazioni di mestieri medioevali, prendere parte alle esibizioni di armi ed arceriQuindi, l'appetito sarà stuzzicato dagli effluvi degli stand gastronomici che, in più punti del territorio, offriranno le loro specialità con menu a tema. Ogni piatto acquistato sarà omaggiato da un bicchiere di vino. Non mancheranno attrattive per bambini, con giocolerie comunque in grado di appassionare anche gli adulti. 

Sant'Ambrogio, a fine giugno un tuffo nel passato con la "Battaglia delle Chiuse"

Oltre ad assistere alla sfilata medioevale, nel corso della serata sarà possibile addentrarsi nel castello e nella torre campanaria per scoprirne peculiarità e segreti approfittando di apposite visite guidate, nonché vedere rappresentata la finale di torneo di scacchi viventi (ore 19), nata sulla falsariga della dama che anima la festa patronale novembrina.

L'arte la farà da padrona sul sagrato della chiesa parrocchiale in più momenti: dapprima, alle 21, con la Serata di balletti tra dame e cavalieri ad opera della scuola di danza locale; in seguito, alle 22.15, con lo spettacolo teatrale Angelica il drago a cura dei Fratelli Ochner, compagnia dedita al teatro di strada fondata dal santambrogese Alberto Barbi. Seguirà, quindi la battaglia franco longobarda. Che non cambia ad ogni edizione, in quanto il copione è già scritto, ma riesce comunque a far calare il silenzio sull'intero paese, lasciando che a parlare sia solo la voce della storia.

Sant'Ambrogio, a fine giugno un tuffo nel passato con la "Battaglia delle Chiuse"

Condividi questa pagina