Jazz, che passione. Gli appuntamenti del Due Laghi Jazz Festival

Prima di tornare al lavoro o, per i vacanzieri di fine estate, in attesa di partire per la meta prescelta, nulla di meglio di un po' di sano jazz.

Lo propone anche quest'anno il Due Laghi Jazz Festival che, dal 23 al 31 agosto, in partnerariato con Jazz Club Torino, realtà associative ed esercizi locali, e con il patrocinio dei comuni ospitanti, ha stilato un ricco programma di concerti che farà tappa in quattro comuni: Avigliana, Condove, Almese e Rubiana.

La rassegna, diretta artisticamente da Fulvio Albano, taglia il traguardo della XXVI edizione senza perdere smalto, continuando anzi senza sosta a mettere in scaletta esibizioni di artisti dal calibro internazionale. È sufficiente fare il nome di Don Menza, Johnny O' Neal e Ralph Moore per calamitare l'attenzione degli appassionati del genere. Ma ogni serata ha un fascino diverso, dato dall'ambientazione in cui trova spazio e dai protagonisti che si esibiscono.

Don Menza

Don Menza

 

Quest'anno l'intenso calendario si arricchisce della partecipazione di un nuovo territorio. Sarà infatti Rubiana a dare il via ai concerti il 23 agosto con il progetto "Overseas quintet", che racchiude cinque artisti internazionali: oltre allo stesso Fulvio Albano al sax tenore, si ascolteranno Patrick Artero (Francia) alla tromba, Philippe Martel (franco-canadese) al pianoforte, Malcom Potter (franco-inglese) al contrabbasso e voce, Philippe Le Van (franco-vietnamita) alla batteria.

Dedicato al jazz piemontese invece, l'appuntamento del giorno successivo, sabato 24 ad Almese, con la "Gianpaolo Petrini Big band". Mentre al Giardino delle Donne di Avigliana si esibiranno domenica 25 il duo francese Kristin Marion / Philippe Martel, e lunedì 26 Tiziana Ghiglioni & Fabio Giachino trio. A Condove approderanno poi, mercoledì 28 agosto, Tiziana Ghiglioni, Flavio Boltro e Fabio Giachino, con il compito di prodursi in "And Now... Carla" dedicato alla compositrice statunitense Carla Bley.

Maurizio Giammarco

Maurizio Giammarco

 

Ultimi appuntamenti sul palco di Piazza Conte Rosso ad Avigliana: giovedì 29 Johnny O' Neal trio, mentre venerdì 30 è la volta di Maurizio Giammarco, Luigi Tessarollo, Ares Tavolazzi, Manhù Roche quartet, quattro musicisti che hanno animato la scena jazzistica italiana ed europea per quasi mezzo secolo, con progetti e collaborazioni di vario tipo. Sabato 31 gran finale con Don Menza septet feat. Ralph Moore in "The Stan Getz Project", un progetto fortemente voluto proprio da Fulvio Albano.

Oltre ad ospitare la maggior parte degli appuntamenti, ad Avigliana troverà spazio anche la mostra fotografica "The Jazz Legacy” che racchiude gli scatti di appassionati del genere, allestita da domenica 25 a sabato 31 nella chiesa di Santa Croce in piazza Conte Rosso.

Presso la locale scuola media Defendente Ferrari, dal 26 al 28 agosto si svolgerà il workshop di perfezionamento musicale, in collaborazione con il Centro Goitre di Avigliana (scopri di più). Salirà in cattedra un parterre di docenti di tutto rispetto: Tiziana Ghiglioni, Flavio Boltro, Fabio Giachino, Davide Liberti e Ruben Bellavia.

Fino a fine mese inoltre saranno molteplici le occasioni di sorseggiare aperitivi musicali, fruire di jam session notturne, ascoltare performance "live". Il programma dei concerti, tutti ad ingresso libero, è disponibile su www.jazzfest.it.

Il jazz non teme neanche il maltempo: in tal caso, infatti, gli eventi clou del 29, 30 e 31 agosto saranno ospitati dall'auditorium aviglianese "Eugenio Fassino" in via IV Novembre 19.

Condividi questa pagina