"I love Valsusa", l'archivio delle Newsletter: 2020

I love Valsusa, la Newsletter di Laboratorio Valsusa, ogni settimana vi racconta cosa è successo nel nostro territorio, vi propone alcune curiosità storiche, artistiche e naturalistiche e naturalmente vi segnala le iniziative delle aziende di qualità.

Ecco l'elenco delle Newsletter pubblicate nel 2020:

  • I love Valsusa n. 353 gennaio 2020Le 25 foto più belle del 2019 e la storia, lunga 10 secoli, dei marrons del Moncenisio. 85 anni fa nasceva il comune di Sestriere, cinque prodotti da assaggiare in Valle di Susa, cosa sono i “pocio” e cosa fare nel caso (poco probabile) di incontrare un lupo. Tutto esaurito sulle piste, 18 gradi la notte di Natale e le fiaccolate a Capodanno.

  • I love Valsusa n. 3610 gennaio 2020Belle foto di “galaverna”, un fenomeno che si origina per gli stessi motivi che favoriscono lo smog. Gli articoli più letti del nostro sito nel 2019: storie di mucche (patiscono il freddo?), lupi, dighe, minestre e molto altro. Viaggiatori illustri e "marrons" al Moncenisio, le "paste 'd melia" nella ricetta del 1854 e la proposta di una gita invernale al Lago Verde, in Valle Stretta.

  • I love Valsusa n. 37, 17 gennaio 2020La "puento" a Chiomonte, gli Spadonari a Giaglione e la "Grande Odyssée", gara di sleddog che attraversa la Savoia, al Moncenisio. La storia di Sant'Antonio, protettore degli animali, e della precettoria a lui dedicata a Buttigliera. Lo stambecco, salvato dall’estinzione dai reali d’Italia, e le gare di Coppa del Mondo femminile a Sestriere

  • I love Valsusa n. 3824 gennaio 2020La storia di Primo Levi, della scrittura di “Se questo è un uomo” e del suo rapporto con la Valle di Susa. Ritorna a Mompantero “Fora l’Ours”, il ballo dell’orso che simboleggia il ritorno della primavera. Il Bonèt, le Bugie, il Vin Brulé e la terza edizione della Maratona sulla Via Francigena.

  • I love Valsusa n. 3931 gennaio 2020I giorni della merla, che come al solito sono stati tutt’altro che gelidi. Gli Spadonari di Venaus, la “bagna cauda”, la marmellata di agrumi e un libro che documenta 54 mascherate alpine. La Regione Piemonte cerca cimici asiatiche per un progetto di lotta biologica.

  • I love Valsusa n. 407 febbraio 2020Il Giardino botanico Rea di Trana, da oltre 50 anni un’immersione nella natura. Le abitudini della marmotta, la storia di Adelaide di Susa, la marchesa che diede inizio alla stirpe dei Savoia e accompagnò Enrico IV a Canossa, e la ricetta delle "siule piene". Massima allerta incendi, i lavori in piazza Sant’Antero a Giaveno e la “chiamata alle zappe” del Mulino Valsusa

SCOPRI DI PIÙ

25 immagini per festeggiare il traguardo delle 1500 "foto del giorno" pubblicate

  • I love Valsusa n. 41, 14 febbraio 2020La storia delle sale cinematografiche in Valle di Susa e quella di Mario Celso, premio Oscar per meriti tecnico-scientifici nel 1992. Le 1500 foto di myValsusa, il capriolo e le pere Martin Sec, nella ricetta tradizionale con il vino rosso. San Valentino, l’allerta incendi e il problema del mantenimento degli sportelli bancari nei territori montani.

  • I love Valsusa n. 42, 21 febbraio 2020Gli antichi carnevali alpini della Valle di Susa ed in particolare quello del Lajetto a Condove, una celebrazione abbandonata negli anni '50 e rinata nel 2010 grazie all'Associazione Culturale "Le Barbuire". Ad Alpignano, grazie ad Alessandro Cruto, si producevano lampadine migliori di quelle di Edison. La miniera di talco Garida a Coazze, il salicone e la ricetta della "soupa grasa".

  • I love Valsusa n. 43, 28 marzo 2020Emergenza Coronavirus: sospese tutte le manifestazioni in programma che prevedevano la presenza di pubblico. Il ritorno della processionaria, la ricetta e la storia dello zabaione, la ferrata dell’orrido di Foresto, il lupo e la storia di Mauro Zambuto, nato a Sant’Ambrogio, che fu il primo doppiatore di Stan Laurel.

  • I love Valsusa n. 44, 6 marzo 2020La storia di Ernestina Prola, che nel 1907 fu la prima donna italiana a prendere la patente. Le patate, la loro diffusione in montagna e la ricetta delle cajettes di Rochemolles. La volpe, il Valsusa Trail, spettacolare gara di corsa in montagna sui sentieri intorno alla Sacra di San Michele, ed i fiori della primavera.

  • I love Valsusa n. 45, 13 marzo 2020Il laboratorio di restauro del libro di Novalesa, attivo da quasi 50 anni, la salamandra (c’è un progetto per agevolarne la riproduzione), il "bicerin" e la coltivazione dell’olivo in Valle di Susa, che risale all’epoca romana. E, naturalmente, il Coronavirus, tra decreti, disposizioni e consegne a domicilio.

  • I love Valsusa n. 46, 20 marzo 2020Il Coronavirus in Valle di Susa: tutti, o quasi, segregati in casa tra ordinanze, ricette, letture e consegne a domicilio. La Via Francigena, un elemento distintivo del nostro territorio, la storia della Manifattura f.lli Bosio di Sant’Ambrogio, i "sentieri di Tino Aime" a Gravere e le acciughe al verde.

  • I love Valsusa n. 47, 27 marzo 2020Il Coronavirus in Valle di Susa, quinta settimana di quarantena: consegne a domicilio, contest e tutorial. Domenica 29 marzo ritorna l’ora legale (forse per l’ultima volta), il botanico Giovanni Francesco Re, che catalogò 1682 specie vegetali in Valle di Susa, la gazza (ladra) e la ricetta dei gnocchi con la fonduta.

  • I love Valsusa n. 48, 3 aprile 2020Sesta settimana di limitazioni per il Coronavirus, la storia del pane, uno degli alimenti più antichi e simbolici che l'uomo abbia “inventato”, e la ricetta della Panada. Le difficoltà delle piccole aziende, la storia delle “radio libere” in valle (partendo da Condove) e il ricordo del pittore giavenese Lorenzo Alessandri

  • I love Valsusa n. 49, 10 aprile 2020. Ancora Coronavirus, le mascherine riutilizzabili "made in Valsusa", lo sci estivo sul ghiacciaio del Sommeiller, ora scomparso, la poiana e il "pian d'i babi", che non è un pianoro montano. Questa Newsletter compie un anno: il primo numero uscì il 12 aprile 2019. L’inverno passato è stato il più caldo di sempre nel nord Italia, mentre torna l’allerta incendi boschivi.

  • I love Valsusa n. 50, 17 aprile 2020. Le limitazioni per il Coronavirus sono arrivate all’ottava settimana. Un tutorial per riconoscere gli uccelli del giardino, la storia di Radio Orizzonte, ovvero gli anni '80 raccontati da una piccola emittente di Avigliana, il generale Catinat, che distrusse il Castello di Avigliana, e la merenda di una volta. Giovedì 16 aprile il sole aveva l’aureola, ed è partita in questi giorni la procedura per i finanziamenti agevolati alle piccole imprese.

  • I love Valsusa n. 51, 24 aprile 2020. Il 25 aprile in Valle di Susa: gli scontri iniziano il 24 aprile 1945 ed il 29 Susa è libera. Nevicate d’aprile, la "cativa lavandera" (con quel che ne segue) e la storia di Ilse Schöelzel Manfrino, ballerina ed attrice tedesca sfollata al Cresto (Sant'Antonino) che durante l’occupazione nazista si schierò al fianco della Resistenza. La frittata con le ortiche o con il “luvertin”. Coronavirus, settimana n. 9

  • I love Valsusa n. 52, 1 maggio 2020. La rinascita del Baratuciat, un vino recentemente riscoperto che “presto diventerà famoso”. La Liuteria Piemontese di Susa, il rospo e la storia del Vermut, il vino aromatizzato tipico dell'area torinese. Coronavirus: il 4 maggio ripartono alcune attività, mentre le aziende continuano nella riconversione della produzione. Cna e Diastar Group offrono 110 camici alla casa di riposo di Chiomonte.

  • I love Valsusa n. 53, 8 maggio 2020. Dal 1976 al 1980 a Caselette, alle pendici del Musiné, una pista da sci in materiale plastico permetteva di sciare, con tanto di skilift. Con il caldo ritornano le zecche, i detti piemontesi sul cibo ed una escursione al Truc del Vento ed a Pera Capel, tra Chianocco e Bussoleno. Gli aggiornamenti sul Coronavirus e sulle attività delle imprese, ora che è ripartito anche l’asporto.

  • I love Valsusa n. 54, 15 maggio 2020. Susa, la "nobile decaduta". Quando nel 1854 si inaugurò la Torino-Susa sembrava avere un futuro radioso, legato ai collegamenti con la Francia, ma non è stato così. La storia di Linda Raimondo, la ragazza di Almese che conduce trasmissioni Tv, scrive libri e sogna di diventare astronauta. Ghinefle e cajettes, qual è la differenza? La ferrata Carlo Giorda, che conduce alla Sacra di San Michele anche grazie ad un ponte tibetano.

  • I love Valsusa n. 55, 22 maggio 2020. La storia del Colle Bione, della cappella e delle cave di quarzo. A "caccia" di fiori, piante ed erbe aromatiche sul sentiero di Case Trucco a Bussoleno. La storia di Gianfranco Dindo, grande musicista e artefice della liuteria di Susa, e la ricetta delle polpette di lesso e patate, uno dei tanti “riutilizzi” degli avanzi di bollito. Il nebbiolo, originario di Rivoli, sta tornando a casa.

  • I love Valsusa n. 56, 29 maggio 2020. La Valle di Susa vista dal cielo: una serie di splendide immagini ritraggono la conca di Bardonecchia, il Rocciamelone, le gorge di Susa, la Sacra “come le vedono le aquile”... La storia di Susa Onda Radio (e delle nove edizioni dello show "Saranno Famosi"), un itinerario alternativo per raggiungere C'à d'Asti e un proverbio che non sbaglia mai.

  • I love Valsusa n. 57, 5 giugno 2020. Una gita nell'invaso del lago del Moncenisio da fare appena riapriranno le frontiere, per approfittare del livello ancora basso delle acque. A Clavière c’è il ponte tibetano più lungo del mondo (oltre 500 metri) e la ciclostrada Aida (Alta Italia da Attraversare) dal Moncenisio arriva a Trieste. Le ciliegie, i “gianin” e la ricetta del ratafià.

  • I love Valsusa n. 58, 12 giugno 2020. Le orchidee spontanee della Valle di Susa, coloratissime, affascinanti e super protette. La ricetta dei "Brut e Bun" (che forse è piemontese) e la storia di Francesco Cirio e degli esperimenti per la conservazione degli ortaggi in scatola. I serpenti non ci lasciano indifferenti: il racconto di un biacco incontrato al Rocciamelone.

  • I love Valsusa n. 59, 19 giugno 2020. La ferrata subacquea del Lago Grande di Avigliana, oltre 2 km di percorsi che accompagnano i sub alla scoperta di pesci, gamberi e relitti. Il solstizio d'estate, il giorno più lungo dell’anno, in cui si celebra la Festa della Musica. Una (lunga) escursione al Gran Queyron, punto d'incontro delle valli Argentera, Germanasca e St. Martin, e la "risata piemontese".

  • I love Valsusa n. 60, 26 giugno 2020. Valle Argentera, riparte il pedaggio per i mezzi motorizati. La vipera della Valle di Susa e gli altri serpenti velenosi, un'escursione dal Rifugio Scarfiotti a Cima Vallonetto e i massi erratici, le grandi pietre portate a valle dai ghiacciai. Il ricordo di Sandro Contin e il nuovo vino rosso di casa Bosio: “El Prussian”, 100% Becuèt

  • I love Valsusa n. 61, 3 luglio 2020. L'anniversario dell'eccidio al Colle del Lys, in cui morirono 32 partigiani. La riapertura della strada dell'Assietta, “Cavalcata dei Duemila” sul crinale tra Valsusa e Val Chisone, ed una gita in Valle Stretta alla scoperta della geologia e di paesaggi mozzafiato. La storia della Moncenisio di Condove e la presentazione del docufilm che la ripercorre.

  • I love Valsusa n. 62, 10 luglio 2020. La battaglia di Balmafol fu decisa dalle pietre: fu infatti una scarica di macigni a mettere in fuga i fascisti. Una gita alla Maison des Chamois, in Valle Stretta, i progetti di rilancio del turismo piemontese (con i voucher vacanza “sei nostro ospite 2 notti su 3”) e la nuova edizione di "Borgate dal Vivo", musica, teatro e letteratura nei "piccoli luoghi" di montagna.

  • I love Valsusa n. 63, 17 luglio 2020. Gli scambi in cucina tra Occitania e Valle di Susa e la ricetta dei Gofri, cialde croccanti cotte su apposite piastre di ghisa. La salita al Piccolo Moncenisio dal versante francese, sulle orme di Annibale e dei suoi elefanti, Sant'Arnolfo, patrono della birra e dei birrai, e il Lago Orfù ad Oulx, nato in seguito ai lavori dell’autostrada (alba dallo Chaberton, Claudio Gaijin).

  • I love Valsusa n. 64, 24 luglio 2020. La bandiera del Piemonte illumina la Sacra (foto dello Studio Tecnico Dovis) e la cometa Neowise in Valle di Susa, in una serie di bellissime foto. Una escursione a Croce Chabrière, nella conca di Bardonecchia, l'avvoltoio grifone, un rapace non difficile da incontrare sulle nostre montagne, Giaveno diventa comune turistico e l'anniversario dello sbarco sulla luna.

  • I love Valsusa n. 65, 31 luglio 2020. Yari Ghidone: “da quasi 4 anni anni la mia vita è su un camper.” La storia della bandiera piemontese, che nei weekend di agosto illuminerà ancora la Sacra, i 25 anni del Museo del Forte Bramafam e la riapertura delle ville romane di Almese e Caselette. Questa Newsletter sospende le pubblicazioni per qualche settimana: torneremo venerdì 28 agosto.

  • I love Valsusa n. 66, 28 agosto 2020. La storia di "Miss Charlotte", un aereo militare americano che nel 1944 si schiantò in Valle Argentera, e del suo ritrovamento. Una notte a Cima Vallonetto, le antiche testimonianze della coltivazione del Nebbiolo a Rivoli, che risalgono al 1266, ed i modi di dire sul caldo (il "tuf"). La battaglia delle Grange Sevine, del 26 agosto 1944, ed il suo ricordo con la gara di corsa in montagna, quest’anno valida per il campionato italiano.

  • I love Valsusa n. 67, 4 settembre 2020. La storia di Rochemolles e delle sue valanghe: nel 1931 durante un'esercitazione militare morirono 21 alpini. Lo scorpione in Valle di Susa, non pericoloso a meno di allergie, un'escursione panoramica alla "Testa di Cane" in Valle Stretta e le chiese aperte grazie ad una App sullo smartphone.

  • I love Valsusa n. 68, 11 settembre 2020. La "Valigia delle Indie", il treno postale e passeggeri tra Londra e Bombay, per 40 anni passò dalla Valle di Susa. I pomodori nelle ricette di montagna e la preparazione degli “Euv e tomatiche”. Il ritorno di "Giaveno città del buon pane", tra mercatini e visite ai mulini.

  • I love Valsusa n. 69, 18 settembre 2020. La cipolla bionda piatta di Drubiaglio: dolce, digeribile e che non fa lacrimare gli occhi. Domenica 20 settembre undicesima giornata del patrimonio archeologico in Valle di Susa, un'escursione alla scoperta dei resti di un vulcano sottomarino di 150 milioni di anni fa, il restauro di San Restituto e l’incendio del 1962 di Sauze di Cesana.

LEGGI ANCHE

Compie un anno la Newsletter del Laboratorio Valsusa

  • I love Valsusa n. 70, 25 settembre 2020. L'impresa di Jumbo, l’elefantessa che nel 1959 ripercorse il tragitto di Annibale, attraversò il Moncenisio e fu accolta a Susa da una folla festante. “Elogio delle siole pien-e”, un libro sulle ricette di Villar Dora e della bassa valle, "AutunniAmo" ad Avigliana e il "Palio delle Borgate" a Giaveno

  • I love Valsusa n. 71, 2 ottobre 2020. Il bramito dei cervi nella stagione degli amori e la Fiera Franca ad Oulx, giunta alla 526ma edizione. La storia dei Cotonifici Valle Susa, dalla fondazione nel XIX secolo alla chiusura del 1969 sotto la gestione di "Felicino" Riva, amante della bella vita e per qualche tempo anche presidente del Milan.

  • I love Valsusa n. 72, 9 ottobre 2020. Un "oliveto sperimentale" sulla Roceja di Borgone: la storia di Sergio Enrietta, pioniere del ritorno dell’olivicoltura in Valle di Susa. La 39ma edizione di “Fungo in Festa” a Giaveno, la vendemmia, la merenda tra le vigne e la ricetta della "torte d'erbo".

  • I love Valsusa n. 73, 16 ottobre 2020. Tempo di “foliage” (foto di Giorgio Dalla Valle). Il Canale di Maria Bona a Giaglione, costruito nel 1458, prende l'acqua dal torrente Clarea e raggiunge Giaglione con un lungo percorso, in parte scavato nella "Grand Rotsa". Che differenza c’è tra castagna e marrone? Dove si possono acquistare ed eventualmente raccogliere questi preziosi frutti? Il freddo, le mucche e le Giornate FAI 2020.

  • I love Valsusa n. 74, 23 ottobre 2020. Una linea immaginaria collega la Sacra di San Michele al Monferrato, passando per la Basilica di Superga: quando abbiamo visto questa foto di Valerio Minato ci è venuta voglia di saperne di più. Il ritorno dell'ora solare, la storia del Cotonificio e del Villaggio Leumann di Collegno, la bandiera della Regione Piemonte fino a fine anno illumina la Sacra di San Michele.

  • I love Valsusa n. 75, 30 ottobre 2020. Giuseppe Augusto Levis, grande pittore e sindaco di Chiomonte, e la pinacoteca a lui dedicata. Le radici di Halloween, le tradizioni culinarie di Ognissanti (la “Supa dij mort”) e i funghi cucinati da 5 grandi chef. Un gruppo facebook raccoglie le proposte delle aziende di qualità della Valle di Susa.

  • I love Valsusa n. 76, 6 novembre 2020. Un'escursione al Col del Acles, attraverso un anfiteatro morenico tra Valle Stretta, Nevache e Bardonecchia. L'Antipasto alla Piemontese, la "giardiniera"nata per conservare le verdure dell'orto per l’inverno, e San Martino, quando scadono i contratti agrari, si assaggia il vino e, a volte, torna l’estate. Asporto e consegne a domicilio: un elenco delle proposte delle aziende di Laboratorio Valsusa.

  • I love Valsusa n. 77, 13 novembre 2020. La tranvia Torino-Giaveno: inaugurata nel 1883, nel 1937 fu elettrificata e restò in esercizio fino al 1958. L'olio di "marmotte", che non c'entra nulla con il simpatico roditore ma si ricava dai frutti del Pruno di Briançon, la storia di San Giovanni Vincenzo, della festa patronale di Sant’Ambrogio e degli angeli della Sacra. Gli aggiornamenti su delivery e take away e un volo di gru che a noi sembra una colomba.

Condividi questa pagina